CONVEGNO ARTE GIARDINI PAESAGGIO

IL CONVEGNO PROGRAMMATO PER IL MAGGIO 2020 E’ STATO RIMANDATO A CAUSA DELL’EMERGENZA SANITARIA COVID-19 – SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI 

San Quirico d’Orcia, 28 Febbraio 2020

COMUNICATO STAMPA

La Fondazione Alessandro Tagliolini, Centro per lo studio del Paesaggio e del Giardino, informa che nei mesi di maggio e giugno 2020 sarà ricordata la figura di Alessandro Tagliolini, scultore e paesaggista con una serie di iniziative sotto elencate:

8- 9 maggioConvegno ARTE GIARDINI E PAESAGGI– Giornate di studio dedicate ad Alessandro Tagliolini a vent’anni dalla sua scomparsa.

8 Maggio a San Quirico d’Orcia, Palazzo Comunale, ore 15,30 Inizio del convegno (programma  allegato);

9 maggio a Pienza, Conservatorio San Carlo Borromeo, dalle ore 9 giornata di interventi e dibattito (vedi programma allegato)

Dal 8 maggio a fine giugno – San Quirico d’Orcia (Horti Leonini) Esposizione di alcune opere di Tagliolini

Dal 8 maggio a fine giugno – San Quirico d’Orcia (sale espositive del Comune) Mostra di progetti e opere di Tagliolini nel periodo della trasformazione da scultore a paesaggista.

IL CONVEGNO

ARTE GIARDINI E PAESAGGI

Giornate di studio dedicate ad Alessandro Tagliolini a vent’anni dalla sua scomparsa

San Quirico d’Orcia 8-9 maggio 2020

San Quirico d’Orcia: in questo luogo significativo avvolto da paesaggi straordinari, riprodotti in molteplici immagini che girano per il mondo, vero paese giardino con i suoi Horti Leonini, nacque nel 1973 l’Archivio Italiano dell’Arte dei Giardini. I fondatori, il filosofo Rosario Assunto e lo scultore paesaggista Alessandro Tagliolini che lo diresse negli anni 1973-1980, guardavano al futuro per contribuire alla conoscenza e al recupero dei giardini storici italiani e per il loro studio dal punto di vista estetico, storico e sociale. In seguito il MIBAC istituirà il Comitato Nazionale per lo Studio e la Conservazione dei Giardini Storici di cui Tagliolini è stato membro influente.

A San Quirico è attiva la Fondazione Alessandro Tagliolini. Centro per lo Studio del Paesaggio e del Giardino, che, in occasione del Ventennale della prematura scomparsa del Nostro, intende ricordarlo con due giornate di studio sul tema Arte, giardini e paesaggi a cura di Massimo Venturi Ferriolo e con una Mostra delle sue sculture a cura di Carlo Sassetti.

Le giornate di studio si svolgeranno sui temi trattati da questo multiforme artista e storico versato nella scultura, nel giardino storico e contemporaneo e nella cultura del paesaggio. Gli interventi riguardano, da una parte, il contributo e l’eredità di Alessandro Tagliolini, dall’altra, lo stato degli studi sui temi e i problemi da lui trattati per un bilancio scientifico contemporaneo. Il titolo delle giornate è, quindi, volutamente generale e aperto a ogni prospettiva riguardante l’Arte.

Hanno dato l’adesione i suoi amici, colleghi e allievi che hanno convissuto gli stessi interessi. I curatori credono di offrire un’occasione unica d’incontro e di dibattito tra studiosi interessati all’arte del giardino e del paesaggio. Le giornate di studio prevedono, infatti, uno spazio di discussione e interventi non organizzati per favorire la più ampia partecipazione degli studiosi e del pubblico.

Comitato scientifico: Paolo Portoghesi (Presidente)

Carmen Añón Feliú  Margherita Azzi Visentini  Alberta Campitelli  Vincenzo Cazzato Marcello Fagiolo  Maria Adriana Giusti  Domenico Luciani  Annalisa Maniglio Calcagno Gianni Venturi

Coordinamento: Carlo Sassetti, Carlo Tosco, Massimo Venturi Ferriolo.

Venerdì 8 maggio 2020

Presiede Ugo Sani (Fondazione Alessandro Tagliolini)

h.15.30: Saluti delle autorità e apertura delle giornate a cura di Paolo Naldi, Presidente della Fondazione Alessandro Tagliolini. Centro per lo studio del paesaggio e del giardino.

h.16.30 Marc Augé Lectio Magistralis.

h.17.30 Massimo Venturi Ferriolo Introduzione alle giornate.

h.17.50 Carlo Sassetti Introduzione alla Mostra di sculture.

h.18.10 Relazione Raffaele Giannetti (Fondazione A. Tagliolini) Titolo da definire.

h.18.30 Inaugurazione Mostra delle sculture di A. Tagliolini a cura di Carlo Sassetti.

Sabato 9 maggio

prima sezione: Alessandro Tagliolini artista, storico e paesaggista

Presiede Raffaele Milani

h.9 Maria Adriana Giusti, Pietrasanta e il giardino delle Arti. Creatività, innovazione, conservazione nell’attività del Centro di Studi fondato da Alessandro Tagliolini.

h.9.20 Antonia d’Aniello, Il tabernacolo di Padula: l’indagine di Alessandro Tagliolini su un errato montaggio.

h.9.40 Pasquale Belfiore e Marialuisa Margiotta, I progetti di Alessandro Tagliolini in Campania.

h.10 Sofia Varoli Piazza, La poetica dei luoghi in Alessandro Tagliolini.

  1. 10.20 Annalisa Maniglio Calcagno, Riflessioni e contributi di Alessandro Tagliolini per l’affermazione dell’Architettura del Paesaggio in Italia.

h.10.40-11.40 Dibattito e interventi non programmati sul tema.

 seconda sezione: Giardini e paesaggi.

h.11.40 Carlo Tosco, I giardini dell’Italia del Trecento.

h.12.00 Domenico Luciani, Appunti sul dialogo tra scultura e giardino nel nostro tempo.

h.12.20 Vincenzo Cazzato e Marcello Fagiolo, Il primato della scultura nella scena del giardino italiano fra Cinquecento e Novecento.

h.12.40 Filippo Camerota, Il giardino delle scienze.

h.13.00 –13.30 Dibattito e interventi non programmati

Presiede Franco Salvatori

h.15.30 Carmen Añón Feliú, titolo da definire

h.15.50 Alberta Campitelli, Londra 1948, la mostra del giardino e la fondazione dell’IFLA: i protagonisti italiani.

h.16.10 Margherita Azzi Visentini I giardini delle Ville venete 1960-2000. Osservazioni in margine allo sviluppo di un nuovo campo d’indagine.

h.16.50 Francesca Marzotto Caotorta titolo da definire

h.17.10 Paolo Portoghesi titolo da definire

h.17.50 Gianni Venturi, Una forma di costruzione del giardino: la poesia. Modelli ed esempi.

h.18.10 Dibattito e interventi non programmati